Realizza i tuoi sogni in comode rate mensili: come scegliere il prestito più adatto alle tue esigenze

Realizza i tuoi sogni in comode rate mensili: come scegliere il prestito più adatto alle tue esigenze

Una volta chi chiedeva un prestito era perché si trovava effettivamente in una situazione di difficoltà che non riusciva a risolvere con le proprie finanze. Ormai da 10 anni, gli istituti di credito hanno creato prodotti diversificati a tassi convenienti, rendendo appetibili i prestiti anche per persone senza alcun tipo di problema economico.

Spesso anche le persone più abbienti sottoscrivono prestiti per l'acquisto di determinati beni, allo scopo di preservare la liquidità per altre spese.  Inoltre, i tempi per ottenere un prestito sono brevi, consentendo così di avere un capitale aggiuntivo a disposizione in poco tempo.

Il prestito è un ottimo aiuto quando si vuole raggiungere determinati obiettivi. Ad esempio, negli ultimi anni sono cresciuti i prestiti destinati agli studenti. Una delle forme più utilizzate è il prestito d'onore per gli studenti universitari. Questa tipologia di prestito, permette un accesso al credito semplice, senza che il richiedente sia in possesso di un reddito dimostrabile e non è nemmeno necessaria la presenza di un garante o un coobbligato.  In questo modo, gli studenti universitari potranno usufruire di una somma di denaro sul proprio conto corrente, per pagare il percorso formativo, un master o un corso di studi, ed altre spese quali alloggio, libri di testo e viaggi studio. Per ottenere il prestito, lo studente dovrà dimostrare di essere iscritto ad un percorso di studi e di possedere un'ottima media di voti.

Anche il prestito personale, è molto utile per tutte quelle persone che devono sostenere una spesa incombente, quale può essere una ristrutturazione, delle cure mediche o anche l'acquisto di un bene, ed hanno bisogno di un determinato importo per affrontarla. I vantaggi dei prestiti personali sono chiaramente la rapidità nell'ottenerli e la possibilità di restituire l'intera somma in un arco temporale più o meno lungo ed a tassi agevolati, in modo che non risultino gravosi.

Elementi da valutare per scegliere un prestito...

Le opzioni a disposizione per chiunque necessiti di un credito sono davvero tante, ma sia quando si parla di prestiti che di finanziamenti, non vanno valutati soltanto il tasso d'interesse e gli altri fattori di convenienza, ma è importante anche considerare la rispondenza delle caratteristiche alle esigenze per il quale c'è la richiesta di prestito e/o finanziamento e naturalmente anche l'affidabilità della società finanziaria erogatrice. Per fare una prima valutazione, è un'ottima idea quella di consultare le recensioni degli istituti di credito.

Quindi, prima di sottoscrivere un prestito, oltre al TAEG  vanno considerati altri fattori di rispondenza alle proprie necessità. Le variabili più importanti da prendere in considerazione sono: durata, peso della rata, assicurazioni sul prestito e gli oneri accessori.

Un altro aspetto importante è l'affidabilità della società finanziaria, oltre che dell'agente finanziario che segue la pratica. L'incremento delle tipologie di finanziamenti, ha portato ad un aumento vertiginoso delle istituti creditizi e delle offerte di strumenti banche e finanziarie. In questo contesto, è meglio diffidare da soluzioni di credito troppo vantaggiose e distanti dalle condizioni offerte normalmente. Inoltre, è bene ricordare che tutte le regole e le condizioni devono essere scritte nel contratto di finanziamento, che al contrario è da considerarsi nullo.

Prima di fare la richiesta del prestito, è una buona pratica quella di valutare il livello di rischio, per avere un'idea chiara della propria situazione finanziaria. Tramite alcuni strumenti online di calcolo prestiti, è possibile misurare la capacità di credito prima di chiedere un prestito o intraprendere un mutuo per l’acquisto di una casa. Grazie a queste piattaforme, potrai valutare quale sia la rata massima sostenibile del finanziamento e il piano di ammortamento previsto di un determinato prestito. Potrai poi chiedere il finanziamento online dal sito di una banca, o di un’agenzia e ricevere i soldi direttamente sul conto corrente.

Quali sono i tipi di prestito più richiesti

Prestiti personali, mutui e finanziamenti sono modi diversi per prendere in prestito della liquidità da spendere per la propria casa o per la realizzazione di un progetto e l'acquisto di beni. Alcuni richiedono parecchie garanzie, a fronte di un ammontare maggiore del totale del credito, altri invece sono più rapidi a fronte di un impegno minore in termini economici.

A seconda del bisogno che hai e delle condizioni che sei disposto ad accettare potrai scegliere la formula adatta a te.

Chiedere un Mutuo per acquistare la casa dei sogni

Il mutuo è un contratto che coinvolge due soggetti: il mutuante, che eroga una somma di denaro ed il mutuatario, che si impegna a restituire nei termini prestabiliti la somma ricevuta. Il mutuo è regolato nell’ordinamento italiano dall’Art. 1813 del Codice Civile. Solitamente, la richiesta mutuo è finalizzata all'acquisto di una casa. Supponiamo tu voglia acquistare un immobile. Una volta firmato il compromesso di vendita, dovrai procurarti la somma necessaria all'acquisto dell'immobile entro la data prevista per l'atto d'acquisto. Se non disponi della liquidità necessaria, dovrai rivolgerti ad una banca che soddisfi le tue esigenze. Alcuni istituti di credito permettono anche di formulare la richiesta mutuo online direttamente dal sito. Una volta individuata la banca, come ottenere un mutuo?

Per prima cosa dovrai compilare la domanda di finanziamento in tutte le sue parti. Di solito si tratta di un questionario standard dove aggiungere informazioni personali, familiari, di lavoro, reddito, le caratteristiche ed il valore dell'immobile che vuoi acquistare.

Tutte queste informazioni permetteranno alla banca di fare una prima valutazione di fattibilità dell'operazione. Per ottenere un mutuo dovrai innanzitutto superare questo iter nella quale convergono più elementi, quali:

  • la dichiarazione dei redditi la quale considera il reddito netto del richiedente e dei suoi familiari;
  • il valore dell'immobile oggetto della richiesta di mutuo;
  • l'idoneità tecnico/legale della casa;
  • la presenza di garanzie di terzi a supporto (fideiussione, pegno).

Superata questa fase, la banca procede alla richiesta della documentazione necessaria. Per calcolare l'ammontare dell'importo del mutuo, la banca valuterà diversi fattori, tra cui il cosiddetto rapporto "rata/reddito". Secondo i parametri attuali, la rata del mutuo non dovrebbe superare il 30/35% del reddito mensile complessivo dei richiedenti.

Una volta acquisita tutta la documentazione, e dopo un'ulteriore fase di verifica, la banca può erogare il finanziamento. Generalmente, l'importo totale del credito non supera l'80% del valore dell'immobile, ma alcune banche finanziano anche il 100% chiedendo tassi più onerosi e garanzie ulteriori.

I mutui si distinguono dalle altre forme di finanziamento, perché:

  • hanno una durata pluriennale, con rate mensili per 20 - 30 anni;
  • permette di chiedere cifre elevate (anche centinaia di migliaia di euro);
  • prevede garanzie reali sulla somma da restituire, tra cui anche l'ipoteca dell'immobile;
  • occorre un iter articolato di approvazione, prima di vedersi concesso il prestito;
  • si può ottenere un mutuo sia a tasso fisso che a tasso variabile.

Inoltre, se la pratica di mutuo riguarda l'acquisto della prima casa, si possono godere di alcune agevolazioni fiscali, come la detrazione degli interessi ed un'imposta agevolata dello 0,25% sulla somma ottenuta.

Prestito Personale: il finanziamento adatto a tutti

I prestiti personali vengono richiesti per soddisfare esigenze generiche di liquidità. Non sono quindi subordinati all'acquisto di beni o servizi specifici. Parliamo della forma di prestito più richiesta in Italia. Praticamente non ci sono intermediari, l'istituto eroga la somma al richiedente in un'unica soluzione, che poi la restituisce a rate mensili. E' possibile richiedere prestiti online dal sito delle banche o delle agenzie o anche in filiale. I finanziamenti online stanno crescendo sempre di più e si prevede diventeranno nei prossimi anni la tipologia di prestiti più utilizzata.

Le differenze principali tra il prestito personale ed il mutuo sono:

  • il prestito non è finalizzato all'acquisto di qualcosa di specifico, ma può essere utilizzato per qualsiasi motivo, dalle spese correnti alla ristrutturazione di casa;
  • Non gode delle agevolazioni di cui godono i mutui per l'acquisto della prima casa;
  • Le richieste di approvazione sono più snelle, e l'iter è molto più breve;
  • se parliamo di importo totale del credito, le cifre sono nettamente più basse rispetto al mutuo;
  • Ha una durata solitamente più breve rispetto al mutuo, in media 48/60 mesi;
  • non occorrono garanzie particolari ed ipoteche per richiedere un prestito personale;
  • La restituzione del prestito avviene tramite rate quasi esclusivamente ad interesse fisso.

Il prestito personale è molto utile quando si necessita di una liquidità nel breve termine per coprire spese o per la realizzazione di un progetto che non richiede ingenti spese.

Finanziamento auto: acquistare un'auto anche quando costa troppo

Il prestito per acquisto auto permette in sostanza di acquistare un bene, anche quando non ha una disponibilità sufficiente per farlo.  Parliamo di fatto di un prestito che viene concesso all'automobilista per comprare auto che a rate, che dovrà essere ripagato entro un determinato periodo di tempo a seconda delle modalità scelte per il cliente in sede d'acquisto.

I finanziamenti per auto possono essere concessi da istituti finanziari autorizzati ad operare nel mercato italiano e certificati dalla Banca d'Italia.  L'utilizzo diffuso dei prestiti auto ha provocato una costante riduzione dei tassi d'interesse, rendendo sempre più conveniente il finanziamento acquisto auto.

Negli ultimi anni, il finanziamento acquisto auto nuova prevede un iter "semplificato" che coinvolge soltanto il compratore e le case automobilistiche. Infatti queste ultime, nella maggior parte dei casi, posseggono un istituto creditizio affiliato o di proprietà ed in questo modo possono proporre formule agevolate per il pagamento dell'auto. L'iter è molto rapido, infatti una volta inoltrata la richiesta, si ha una risposta nel giro di poche ore o al massimo 48-72 ore se si parla di una banca. Di lì si passa subito alle pratiche per il passaggio di proprietà e la preparazione della vettura da consegnare.

Il prestito auto, solitamente si articola, in: versamente di un anticipo e delle rate mensili da pagare con un tasso d'interesse che si basa sul totale del capitale erogato, e può prevedere una maxi rata mensile che può essere rifinanziata. Quest'ultima fattispecie va molto di moda negli ultimi anni perché la rata finale viene ancorata al valore futuro dell'auto, e l'acquirente può decidere se restituire la vettura, pagare la maxi rata e riscattare completamente l'auto oppure acquistare un'auto nuova con una rata similare.

Il finanziamento auto usata, si differenzia rispetto alla procedura per l'auto nuova, soprattutto per la massima somma erogabile per il prestito auto. Questa somma viene stabilita in base ad una valutazione del valore reale dell'auto usata, che può essere svolta da un perito, oppure legata alle valutazioni dei listini i quali tengono conto di diverse variabili quali anno di immatricolazione, usura, chilometri percorsi etc.

Per dimostrare di poter pagare le rate del prestito è necessario presentare una busta paga, il cedolino della pensione o una dichiarazione dei redditi che certifichi entrate sufficienti e costanti per poter ottemperare ai pagamenti. E' possibile anche richiedere il finanziamento auto con contratto a tempo determinato, ma in questo caso è necessaria la presenza di un garante che si faccia carico di un eventuale mancato pagamento a tuo nome.

Cosa sono e Quali sono le differenze tra TAN e TAEG?

TAN e TAEG, sono tra i principali elementi di un prestito. Si tratta infatti di parametri di interesse fondamentali da considerare quando richiedi il tuo prestito online o in filiale, perché ti fa capire quanto il tuo prestito verrà effettivamente a costare. Le differenze tra TAN e TAEG sono sostanziali.

Il TAN è il tasso d'interesse puro che si applica sul capitale richiesto e stabilisce l'interesse annuo del prestito, ovvero la somma che viene riconosciuta al finanziatore a termine dell'anno e che matura sull'importo erogato. Solitamente, nei piani di ammortamento l'interesse non si paga in 'unica soluzione annuale, ma viene ripartito equamente tra le varie rate.

Il TAEG è un tasso d'interesse virtuale che funge da indicatore per stabilire il totale dovuto e il quale comprende anche le quote dovute ed obbligatorie ai fini dell'apertura e del pagamento del finanziamento. Secondo le direttive europee infatti, nel TAEG devono essere contenute tutte le spese da sostenere per la stipula del contratto, ovvero: apertura e tenuta conto corrente, gestione della pratica, polizze aggiuntive ed altri costi relativi alle operazioni di pagamento.Tutte queste info devono essere indicate nel documento informativo precontrattuale. 

Oltre alle differenze sostanziali, TAN e TAEG sono diversi anche per le funzioni che svolgono. Il TAN, agendo direttamente sul costo del finanziamento e sull'importo delle rate, costituisce il parametro base per calcolare gli interessi dovuti. Invece il TAEG, è utile alla sola finalità di capire il costo totale del prestito.

Sicuramente. il prestito più conveniente è quello con il TAEG più basso.

Prestiti Online: scegliere in sicurezza grazie alle recensioni

L'aumento dei prodotti di finanziamento e degli istituti che agiscono da prestatori se da un lato porta con sé indubbi vantaggi per il cliente, dall'altro aumenta anche le insidie ed i pericoli di cadere in truffe ed in false promesse. Soprattutto quando richiedi il tuo prestito online, non puoi avere un'idea reale dell'istituto o del consulente ai quali stai affidando la tua pratica. Capita a volte infatti, di cadere in tranelli per cui i servizi offerti dalla società finanziatrice non soddisfano i reali bisogni dei clienti. Queste situazioni potrebbero essere davvero spiacevoli e rivelarsi problemi inaspettati che si protraggono per anni.

Prima di affidarsi ad un istituto creditizio è importante fare una ricerca per comprendere il reale livello di soddisfazione dei clienti. Per questo è importante consultare le recensioni online dei clienti, i quali hanno già testato i prodotti dell'istituto e costituiscono quindi un alto livello di garanzia circa la qualità e l'affidabilità dei servizi offerti dallo stesso.  Le opinioni imparziali che si possono leggere nei portali di recensioni online sono uno spunto fondamentale sia per i clienti che evitano così brutte sorprese, che per le aziende le quali possono comprendere in che modo migliorare i loro servizi e prodotti.

Più