Come investire in criptovalute: una mini guida

Come investire in criptovalute: una mini guida

Finanza

Esistono molti tipi di investimenti. Tra le forme più “classiche” e conosciute ci sono le azioni, le obbligazioni, i titoli di stato e gli investimenti immobiliari. Ce ne sono molte di più, naturalmente, ma ad esse si vanno ad aggiungere forme nuove di investimento, che negli ultimi anni hanno preso sempre più piede e attratto un numero elevatissimo di investitori. 

Le criptovalute rappresentano i capofila di queste nuove forme di investimento. Avrai sicuramente sentito parlare di Bitcoin, Ethereum e di migliaia di altre criptovalute in circolazione. Se vuoi sapere come investire soldi in criptovalute, in questo articolo ti spiegheremo come fare. 

Cosa sono i Bitcoin e le nuove criptovalute

I Bitcoin sono una delle oltre 2.000 criptovalute esistenti. In quanto monete virtuali, non vengono scambiate sotto forma di banconote, né le puoi depositare sul tuo conto corrente in banca o alle poste o ritirare agli sportelli bancomat. Contrariamente a quanto accade con le monete tradizionali, come l’euro o il dollaro, i Bitcoin non hanno una forma fisica, ma esistono in forma di codici numerici sulla rete.

Vista la loro natura virtuale, è possibile comprare o vendere Bitcoin su Internet, creandosi un wallet virtuale (portafoglio virtuale) sul quale depositarli o trasferirli. Puoi avere un portafoglio direttamente sul tuo computer, oppure appoggiarti ad una piattaforma di trading online sul web. 

Come comprare criptovalute online

Se ti stai chiedendo come materialmente puoi comprare criptovalute, devi sapere che esistono due modi per vendere e scambiare moneta virtuale online: in modo diretto, usando gli exchange o facendo trading online (CDF).

Gli Exchange

Se vuoi entrare nel mercato delle criptovalute in modo diretto, puoi acquistare e vendere criptovalute sugli exchange. Parliamo di piattaforme online che mettono in comunicazione chi vuole vendere e chi vuole acquistare cryptocurrency, come Dash, Ripple, Tron, NEO o altre nuove criptovalute. 

In genere, a servirsi degli exchange sono persone con una certa conoscenza del settore, in cui è necessario affidarsi a provider affidabili, diffidando di siti poco raccomandabili, conosciuti e sicuri. Il modo migliore per valutare l’affidabilità di una piattaforma di exchange è leggere i commenti degli utenti sui siti di recensioni online. Alcuni dei più conosciuti e utilizzati exchange sono Coinbase e Binance.

Il Trading Online

Analogamente a quanto già accade in borsa, si può investire in criptovalute operando in trading. Scegliendo questa opzione, non si acquisteranno Bitcoin e altre criptovalute in modo diretto, ma si utilizzeranno i Contract for Difference (CFD), in italiano contratti per differenza. Le piattaforme di trading online si servono di questi particolari strumenti finanziari per speculare sull’andamento dei prezzi delle criptovalute, ossia sulla differenza di prezzo che una moneta virtuale matura nel momento in cui avvengono l’apertura e la chiusura di un contratto. Se non sai quale criptovaluta comprare, puoi appoggiarti ad una delle tante piattaforme di trading online affidabili per vendere e scambiare monete virtuali.

Cos’è l’arbitraggio criptovalute: un'opzione da valutare

L’arbitraggio criptovalute è una procedura utilizzata nel trading online finanziario, che viene applicata al settore delle criptovalute. Seguendo questa pratica, vengono eseguite negoziazioni simultanee, durante le quali si sfruttano gli squilibri di prezzo di più asset, in modo da trarre profitto dalle inefficienze di mercato. 

In modo simile a quanto già accade per i contratti per differenza, l’arbitraggio sfrutta l’elevata volatilità giornaliera delle criptovalute, per ottenere la maggiore differenza di prezzo possibile tra quello di acquisto e quello di vendita.

Il vantaggio dell’arbitraggio criptovalute è di poter scegliere di operare in modo simultaneo su diversi prodotti.

Quali criptovalute comprare

Dopo aver visto come acquistare criptovalute, è il momento di decidere quali criptovalute scegliere. Il consiglio è di guardare alla loro capitalizzazione, ossia al loro valore, determinato in base alla quantità di capitali investiti su di esse. Come era facile attendersi, la classifica delle prime cryptocurrency vede al primi due posti Bitcoin ed Ethereum,   certamente le più conosciute e scambiate, ma non di certo le uniche degne di attenzione. Altri nomi alternativi su cui si può scegliere di investire sono: Tether, Binance Coin, Cardano, XRP, Dogecoin, USD Coin, Polkadot e Uniswap.

Anche se è probabile che non ne avrai sentito parlare, questi nomi sono tutti molto conosciuti nell’ambiente. Se non vuoi comprare Ethereum, Bitcoin o altre monete virtuali più conosciute e te la senti, puoi investire in una nuova criptovaluta emergente. Chiaramente le incognite e i rischi saranno maggiori, ma anche i guadagni potrebbero diventarlo. 

 

Come hai avuto modo di leggere in questa breve guida, investire in criptovalute è divenuto molto più popolare e soprattutto semplice rispetto a qualche anno fa. Vista l’elevata volatilità delle criptovalute, questo tipo di investimento è consigliato a chi desidera realizzare ottimi guadagni in tempi brevi, ma che allo stesso tempo tempo è anche disposto a rischiare (e perdere) di più.

 

Più Finanza